Sarà, ma quando piove il profumo delle aromatiche si intensifica moltissimo, soprattutto quello delle piante di liquirizia e del timo. Se poi le sfiori con la mano, ti porti il profumo con te tutto il giorno e devo dire che non mi dispiace! ^^

Qualche giornata di pioggia, quella pioggia estiva, calda e con le gocce grosse, può durare poco ma esprimersi al 100% oppure può durare tutto il pomeriggio senza fermarsi mai. In ogni caso la temperatura si è leggermente abbassata e stabilizzata, non che mi dispiaccia il caldo perchè (w il sole!) ma mi è venuta voglia di accendere il forno…almeno per 15 minuti, giusto il tempo di una ricetta semplice ma che amo da sempre!

Prima ricetta dedicata alle melanzane. Eh sì, le melanzane sono di giugno e sono estive :) uno dei primi passi che ci avvicina ad un’alimentazione più naturale non è solo sapere dove acquistiamo i prodotti ma è comprenderne i cicli e le stagionalità. Ogni verdura ha il suo periodo e i suoi perchè.. non è facile è vero, perchè siamo abituati ad avere tutto ma realmente è molto educativo e ci fa entrare in contatto con la terra e i suoi cicli che sono legati al nostro corpo e a quello di cui ha bisogno.

Dunque la voglia di “Pasta alla norma” con le melanzane che viene in dicembre :) è un capriccio fuori stagione..ahahah!!!  Aimè :)

Le prime melanzane che ho acquistato sono le Melanzane Lilla belle tonde e con sfumature di bianco e di viola, meravigliose alla vista e molto saporite nelle ricette.  La polpa di questa varietà di melanzana infatti ha pochissimi semi ed è molto gustosa.

Le melanzane sono un ortaggio speciale, che mi riporta alle ricette di famiglia, alle ricette di casa. Sono originarie dell’Asia e, in Italia, sono approdate prima in Sicilia entrando pienamente nella tradizione culinaria del mediterraneo.

Le melanzane fanno molto bene all’apparato digerente, sono infatti depurative e antinfiammatorie, inoltre sono considerate ottime nelle diete in caso di anemia. Sono leggere ma hanno anche la capacità di aumentare notevolmente il loro apporto calorico perchè assorbono molto i condimenti. (Per cui attenzione con olio e altri ingredienti :D )

Cotolette di melanzane lilla con semi e timo.

DSC_0015

Cosa vi serve:

1 melanzana tonda (ogni 2 persone)

2 rametti freschi di timo

 2 cucchiaio semi di lino

1 cucchiaio semi di sesamo + semi di girasole

pan grattato senza glutine q.b.

olio di girasole e sale

No uova ma : 2 cucchiai di farina di ceci + acqua

Non è detto che non ci si possa divertire con le ricette semplici, anzi! In questo caso, giocando con i sapori dell’impanatura si posso ottenere ottimi risultati: gusto, croccantezza, colore, qualità.

Come si prepara:

Lavate la melanzana e tagliatela a fette, non devono essere troppo sottili sennò spariscono nella cottura. Preparate l’impanatura con del pan grattato senza glutine, i semi (i semi di lino devono essere tritati, usate pure il mixer ad immersione), il timo, aggiungete un pizzico di sale e mescolate.

In una ciotolina a parte preparate la farina di ceci che ci servirà, in sostituzione delle uova, per bagnare le melanzane e impanarle perfettamente. Aggiungete ai 2 cucchiai di farina di ceci il doppio dell’acqua e mescolate togliendo ogni grumo.

Immergete una fetta di melanzana per volta, impanate e riponete tutte le fette su una teglia con carta da forno. Cospargete le melanzane con un filo di olio. Non appena sono tutte pronte, infornate per 15 minuti a 180/200° girandole a metà cottura.

P.S.: ho accompagnato il piatto con un’insalata di stagione, legumi e pomodorini :) Già che il forno era acceso, ho aggiunto delle carote intere. Per la cottura delle carote servirebbero 20 minuti per cui non appena le melanzane sono pronte, fatele raffreddare cinque minuti e nel frattempo continuate la cottura delle carote alzando a 210° :)

Buon appetito!

DSC_0022