Da quel giorno la pigrizia non avrebbe più scelto per me. (cit.)

Ringrazierò sempre le mie intolleranze alimentari per tutte le cose buone che mi hanno fatto scoprire e sarò sempre fiera di me per aver trovato la forza e le energie per reagire, per ascoltarmi ed iniziare essere come voglio essere.

La svolta è iniziare ad apprezzare se stessi, ascoltare e vivere le proprie energie e le proprie insicurezze, mettendole a nostra disposizione. Cosa che non sono mai stata capace di fare ma che invece oggi, tra alti e bassi, è un’opportunità che voglio curare tutti i giorni…

Una cosa ho capito..i nostri piatti parlano di noi… e io ho deciso di non essere pigra…

Una delle cose migliori che possiamo fare per il nostro corpo è quello di ridurre al minimo il consumo di prodotti pronti e confezionati, riempiti di imballaggi e ingredienti extra che non hanno niente di naturale.

Premetto, nessuno è perfetto e la polpetta pronta in frigo può salvare una cena o aiutare un pranzo al volo. Davvero!!! Nel caso di Ale, il mio compagno, la polpetta vegetale pronta è utile come secondo (il primo lo preparo sempre io la mattina), non sapedo cucinare tanti piatti e avendo un’ora scarsa di tempo in pausa pranzo. E ce ne sono di buone certo!

Ma abbiamo messo un limite…

Nel nostro frigo abbiamo deciso di mettere solo un pacchetto a settimana e meno ingredienti ci sono in etichetta meglio è.

Quando sono a casa però e la sera ci prepariamo tutto e la parola d’ordine è semplicità. Semplicità perchè per fare un piatto sano e gustoso ci si può mettere davvero pochissimo; semplicità perchè tornare dal negozio significa sempre arrivare alle 20.30 e ora che mi metto ai fornelli e tutto si mangia tardi. (E io ho fame!!!! :D )

Si sa che adoro le polpette, ve ne presento sempre di diversi tipi ma che male c’è? Sono buone, versatili e se ne facciamo in più abbiamo già il pranzo pronto da portare a lavoro il giorno dopo!!!

Crocchette di miglio, piselli, curry e limone

DSC_0874

Quante cose si possono fare con il miglio, è un cereale unico, molto energico, ricostituente e il migliore per le polpette!

Questo piatto è stata la nostra cena pre allenamento in montagna della mattina seguente. Un primo piatto che si trasforma in secondo :) Il nostro carico di carboidrati ma anche un’insieme di proprietà nutritive utili. Per le proteine e i grassi buoni (per noi corridori fondamentali) ho messo: piselli freschi (o ceci), semi di zucca, olio extra vergine di oliva abbondante, salsa tahina.

Dei burger senza uova, con pochi ingredienti e senza impanatura, perfettamente integri e gustosissimi :)

Cosa vi serve:

(per 7 burger)

150 gr di miglio

200 gr di piselli freschi (o precotti)

cipollotto o porro

curry

prezzemolo

scorza di limone

sale rosa

olio extra vergine

Come si preparano:

fate cuocere il miglio 10-15 minuti fino a cottura, facendo assorbire tutta l’acqua (mettete sempre il doppio di acqua e se serve aggiungete man mano).

Tagliate il prezzemolo e fatelo rosolare con la cipolla e l’olio in padella. Aggiungete i piselli, salate, aggiungete acqua. Chiudete con coperchio fino a cottura. (max 15 minuti)

Appena pronto il tutto versate entrambi gli ingredienti in una ciotola, mescolate, aggiungete curry e le scorse di limone. Passate l’ impasto un pò con il frullatore ad immersione. Fate riposare  e raffreddare.

Preparate una bella insalata fresca o un’insalata tiepida. In questo caso ho fatto: pomodorini, patate lesse, erba cipollina, semi di zucca e salsa taina.

Preparate una teglia con dell’olio extra vergine, impastate e formate i burger e metteteli nella padella. Fate rosolare da entrambe le parti fino a doratura. (Oppure in forno 15 min a 180)

Cena pronta e nelle polpette potete mettere tutte le verdure che volete  sempre senza impanatura :D

Ps: nel meraviglioso libro “Alimentazione in equilibrio” da me recensito, trovate la versione con i ceci!!!!

DSC_0879