Ciao a tutti,
oggi volevo pubblicarvi la prima ricetta della settimana entro l’ora di pranzo ma tra lavoro, telefonate e pausa fatta al volo (davanti al pc!) non ne ho avuto la possibilità, insomma la settimana inizia bene :-)
Questa settimana è dedicata principalmente alla frutta secca, nella nostra cucina non manca mai, compriamo sia i mix frutta secca che porzioni singole di noci, nocciole, mandorle printi per essere usati a colazione ma anche in qualche piatto.
La compro al mercato o scelgo i sacchettini bio o comunque senza olio di palma. Sicuramente i prodotti comprati al biologico costano un pochino di più ma sedovete preparare una bella ricetta per qualcuno o per degli ospiti speciali, approfittatene, sceglieteli lì, cambia, è una doppia esplosione di sapori!

 
Perchè ci piacciono tanto?
E’ vero, è considerata “la merenda dello sportivo” perchè molto energetica, prima di un allenamento o durante, fa molto bene alla muscolatura e ne basta poca per tirarsi su! Ma è anche un’ ottima alternativa alla solita merenda, per tutti, abbinata ad un frutto fresco o da sola. Sono concentrati di sostanze nutritive buone e questo grazie soprattutto all’ essiccatura.
 
Due piatti speciali che vi proporrò in questi giorni l’avranno come ingrediente chiave :-)
Premetto che, in cucina mi piace molto la semplicità, non faccio mai ricette che richiedono troppo tempo o troppe cose strane, spesso alcuni libri di cucina o alcuni siti molto belli hanno delle foto pazzesche ma poi, quando le cucino quelle bontà?
Sicuramente nel weekend, le ricette più ricercate le faccio quando sono a casa, ma durante la settimana, soprattutto se si mangia a lavoro, servono cose veloci, buone e gustose.
Grano saraceno con cavoletti di bruxelles e mandorle tostate. 
                                                                                                                                                        
Adoro le mandorle, mi ricordano tanto la Sicilia e la granita! Sono ricche di ferro, fosforo e sono proteiche.  Sono inoltre un grande alleato insieme all’acqua e limone : – ) in caso di acidità o bruciori di stomaco, che possono capitare anche solamente per giornate un pò pesanti. 
Ho passato un periodo durante il quale avevo sempre un sacchettino in borsa, ne mangiavo la mattina o quando ne avevo stretto bisogno. Ne bastano davvero 2-3! 
 
In cucina sono deliziose e qui si crea un bel contrasto con i cavoletti di bruxelles.
Il Grano Saraceno invece, davvero poco conosciuto e sottovalutato non è vero cereale ( anche se utilizzato come tale) e non è nemmeno un legume ma ha le proprietà di entrambi, è perfetto! 
La maggior parte di di noi cresce con pasta e riso mentre la natura ci offre veramente molto molto altro…
Cosa ti serve:
(per 2 persone)
170 gr di grano saraceno
10 cavoletti di bruxelles
60 gr di mandorle
olio evo
sale
Come si prepara:
La cottura del grano saraceno è molto semplice e veloce. Ne bastano 80-85 gr a persona.
Mettete il grano in una piccola pentola con il doppio dell’acqua e cucinatelo con il coperchio a fuoco moderato per 10 minuti.
Nelle confezioni è indicato sempre il doppio del tempo  per la cottura, la prima volta che ho provato ho seguito alla lettera ma mi sono ritrovata il grano in versione “pappetta”. Cuocendo per 10-12 minuti invece, rimane un pò più al dente ed è delizioso.
La mattina mentre faccio colazione, lui è su e in 15 minuti è tutto pronto!
Nel frattempo, pulite i cavoletti, togliete le prime foglie, se non sono belle e tagliateli in 2 /4 parti a seconda della grandezza. 
Fateli saltare in padella con un un goccio di olio e sale fino a farli dorare e ammorbidire.
In un’altra padella piccola fate tostate le mandorle. Non fatele bruciare ma semplicemente dorare appena.
Quando è pronto il grano saraceno, scolatelo e sciacquatelo leggermente sotto l’acqua.
Versatelo nella padella insieme ai cavoletti e aggiungete le mandorle. Mescolate e se necessario aggiungete un altro goccio di olio.
Servite e gustate! : – )