A volte mi piacerebbe scrivere i post proprio nel momento in cui sto preparando qualcosa per poter mettere per iscritto subito quello che mi passa per la testa.

So quello che mi fa star bene e il cucinare è una di quelle cose. Mi aiuta a staccare e a rilassare la mente e se c’è un pò di musica, di sottofondo, ancora meglio.

Cucinare però non significa sempre accendere i fornelli, per mangiare non bisogna per forza trabattare di qua e di là (anche se sapete che amo le ricette sfiziose :P ) ma significa prima di tutto preparare qualcosa di buono con prodotti freschi, sani e dal gusto vivo.

Quando ero più piccola le arance mi confondevano, le cercavo in estate insieme alle pesche, perchè è un frutto così solare, così colorato. E invece è un frutto invernale, un frutto carico di succo, sapore e colore che porta allegria e riempie gli occhi e la tavola con il suo profumo.

Bisogna comprare arance buone però, trovate un fruttivendolo di fiducia non cedete al supermercato. Partite con poche per vedere se sono buone e poi, se promosse, ripassate e compratene delle altre :)

Un frutto invernale ricco di vitamine, soprattutto la vitamina C che, non per niente, è fondamentale per rinforzare il sistema immunitario per affrontare al meglio la stagione fredda. Però come abbiamo già visto, come nel caso degli spinaci per il ferro, non è al primo posto! Per esempio ci sono le bacche di goji che ne contengono il doppio.

Ma detto questo ogni stagione ha la sua Regina o il suo Re e quindi W le arance…approfittiamone :) La vitamina C poi è ovunque in questo momento dell’anno, arance, limoni, lattuga, spinaci, radicchio, broccoli, cavolfiori…la natura ci aiuta!!! :) Coloriamo la  tavola!!!

Le arance mi sono mancate parecchio, sono state off limits negli ultimi due anni per il mio stomaco. Se siete sensibili a gastriti e reflussi gastrici, state attenti a non esagerare:) io come per il pomodoro le ho dovute proprio allontanare. Ma ho fatto un buon lavoro in questi anni :) e anche se la stagione autunnale e fredda non è il massimo per lo stomaco…basta sapersi ascoltare e prevenire senza eccedere! Ma dopo tutto questo impegno io l’arancia non me la perdo :D

E…buonissime si le spremute, buonissima si l’arancia mangiata così com’è ma, direttamente dalla storia della mia famiglia, arriva l’insalata di arance e finocchio…un piatto così semplice che realmente nasconde un’esplosione di sapori!!!

Insalata di arance, finocchi, porro e olio di lino

DSC_0118b

Cosa vi serve:

(per 2 persone)

2 arance buonissime

1 finocchio

1 pezzo di porro q.b.

1 cucchiaio di semi di lino macinati

1 pizzico di sale rosa

pepe

olio di semi di lino

Come si prepara:

sbucciate le arance, pulitele un pochino e tagliatele a pezzetti irregolari. Lavate bene i finocchi e tagliateli a strisce sottili. Mettete tutto in una ciotola capiente insieme al porro anch’esso modanato piccolo.

Mi raccomando per questa ricetta serve il porro, le altre cipolle sono pesanti e non hanno lo stesso sapore. Sentirete come le arance ci si sposano perfettamente! E’ il tocco magico.

Aggiungete un pizzico di sale rosa, il pepe, i semi di lino e l’olio di lino. Mescolate e lasciate riposare minimo 15 minuti prima di servirla a tavola. Ho abbinato quest’ insalata con del riso rosso!

Buon appetito!:)

Ps: l’olio di semi di lino deve sempre essere conservato in frigo e utilizzato per piatti freddi, mai caldi. E’ un toccanasa ricco di omega 3 e 6, perfetto per chi consuma poco pesce o niente ma ottima alternativa all’olio evo per piatti speciali! :)

DSC_0127