E quando torni a casa con un bel sacchetto di fagiolini vuol dire che la bella stagione è davvero iniziata, nonostante qualche giornata di pioggia e vento, appena esce il sole si sente subito che stiamo arrivando a giugno. Caldo, voglia di stare all’aperto, in montagna al fresco o al mare ad abbronzarsi un pò :-)

Per me la bella stagione è poter finalmente stare a piedi scalzi a casa e in giardino; tutte le volte che posso mi libero di scarpe e vestiti stretti…vorrei solo abiti leggeri, comodi…

Anche in cucina cambia il ritmo e cambiano i piatti che preparo e porto a tavola. Fin da piccola, sia per quanto riguarda la colazione che gli altri pasti, arrivato il caldo l’appetito e le necessità cambiano, ci si alleggerisce un pò, si cerca freschezza, colore. Anche se il colore quando si ha a che fare con le verdure non manca mai in nessuna stagione ma la luce primaverile ed estiva esalta tutto :-)

Quante volte ci siamo ritrovati a pulire i fagiolini prima di metterli in pentola? E’ davvero un rito, sono quelle cose che si fanno con la nonna di solito, insieme agli gnocchi :P pulire fagiolini e piselli non occupa proprio poco tempo :D dipende sempre quanti ne hai e per quanto mi riguarda spesso mi dimentico di farlo e mi ritrovo all’ultimo ahaha! :-) Però mi piace tanto, la cura delle verdure è un atto molto naturale e ti fa rallentare un pò.

DSC_0921

Ho sempre amato le patate e la famosa “Insalata Americana” un classico contorno che gli americani preparano per i loro pranzi e i pic nic. E’ un piatto fatto con elementi “poveri” ma di gran sapore! Non so voi ma io adoro le patate in tutte le salse.

L’insalata di patate può essere preparata con le stesse da sole e condita con olio, sale ed erbette oppure può essere arricchita con tutto quello che desiderate, dagli ortaggi, ai legumi, alle uova sode (non nella versione vegana), olive, mais e chi più ne ha più ne metta :-) Certe volte prepariamo solo quest’ insalatona e ne risulta un piatto unico che riempie nonostante le poche calorie!

I fagiolini, sono legumi ma con le caratteristiche più vicine agli ortaggi. Sono deliziosi, a basso contenuto calorico, ricchi di fibre, vitamina A e sali minerali. Fanno bene per l’intestino in quanto sono considerati rinfrescanti.

Le patate invece, sono considerate i carboidrati migliori per chi fa sport e corre. Giustamente come ogni cosa non bisogna eccedere e se si mangiano bisognerebbe lasciare stare il pane o le gallette :D Guadagnano però molti punti sulla nostra tavola perchè sono energetiche e anche loro a basso contenuto calorico. Sono ottime il giorno prima e dopo un bell’allenamento o una gara.

Insalata di patate, fagiolini, zucchine e semi di lino macinati.

DSC_0916

Cosa vi serve:

(per 2 persone)

4 patate medie

3 zucchine

fagiolini freschi q.b.

3 cucchiai di semi di lino

olio

sale e origano

 

Anche qui troviamo le zucchine ma l’ ingrediente speciale di questa ricetta sono i semi di lino! All’interno della mia cucina, alcuni semi non devono mancare mai, avendo un’alimentazione vegetariana bisogna avere cura di assimilare tutto ciò di cui il corpo ha bisogno, particolare attenzione di fa al ferro, al calcio e agli omega 3 e 6. La natura è ricca di alleati.

Questi semi sono molto simili ai semi di sesamo ma sono leggermente più grandi e sono rossicci. La differenza di questi semi rispetto agli alti è che la loro cuticola è più dura e il nostro organismo ha difficoltà ad assorbirli. Questi semi contengono moltissimo ferro, fosforo, rame, magnesio, vitamine del gruppo B, proteine, carboidrati ma soprattutto acidi grassi omega-3.

Proprio per questo è necessario macinarli prima del loro utilizzo!

Adoro condividere le esperienze in cucina e questa è stato argomento di una delle tante belle chiacchierate che mi ritrovo a fare :) si impara si dai libri e dalla propria esperienza ma si impara molto ascoltandosi!

DSC_0925

Come si prepara:

1) pulite i fagiolini tagliando via le estremità, sciacquateli e metteteli a bollire in acqua per 20/30 minuti. Per essere pronti devono essere mobidi ma non troppo. La cottura è soggettiva :)

2) Mettete a bollite le patate con la buccia, così si mantengono di più le proprierà nutitive, per circa 30 minuti (dipende dalla loro grandezza). Per essere pronte le patate bisogna fare la “prova della forchetta” = se riuscite ad affondare la forchette quasi fino al cuore della patata vuol dire che è pronta!

Togliete fuori dall’acqua le patate, pelatele e tagliatele in più parti.

3) Sciacuate le zucchine, tagliatele e rondelle e grigliatele su una piastra calda. Bastano pochi minuti per parte, si devono ammorbidire.

4) Per macinare i semi di lino, se non avete il macinino potete usare il mix ad immersione facendo attenzione perchè all’ inizio tendono a saltare fuori ovunque :D e sono talmente preziosi che…è meglio non sprecarli!

Non appena sono pronti tutti gli ingredienti uniteli insieme in una capiente  terrina, mescolate e condite! Buon appetito :-)

DSC_0927