Eccomi qui!

Dobbiamo concludere la nostra dispensa :-) oggi stiliamo una piccola lista dedicata agli insaporitori e dolcificanti. Dunque a tutti quei prodotti che ci aiutano a dar sapore alle pietanze!

Alcuni, molto utilizzati nella quotidianità di tutti, ci risulteranno facilmente sostituibili con altri prodotti, in modo da creare varietà in cucina e aiutarci in determinate necessità!

OLII E ACETI

Per condire le nostre pietanze sia cotte che crude ecco alcuni consigli ed alternative. Parola d’ordine: quper fare la Tahinalità! Più buono è un olio, meno se ne usa!

Olio extra vergine di oliva: da ricercare Italiano, possibilmente locale e spremuto a freddo. Non è poi così difficile trovare un negozio con prodotti a km zero, regionali e/o biologici. Eventualmente un’altra possibilità sono i Gruppi di Acquisto, con i quali potete acquistare prodotti come l’olio, di qualità, in quantitativi maggiori e ad un prezzo più conveniente.

Olio di semi di girasole – Olio di semi di sesamo: tutti gli olii di semi sono ottime alternative da utilizzare però esclusivamente a crudo e non in pietanza calde. Per la frittura, si è abituati ad utilizzare quello di girasole ma realmente è molto meglio un buon olio extra vergine di oliva.

L’olio di semi di sesamo, oltre che sulle verdure crude lo utilizzo per fare la tahin in casa, la crema di semi di sesamo.

Olio di cocco vergine: è un olio ottenuto dalla spremitura a freddo della polpa di Noci di Cocco maturate al sole. Negli ultimi mesi ho iniziato ad utilizzarlo molto, molto di più, non solo per i dolci, per i quali è molto consigliato insieme all’ olio extra vergine di oliva (delicato) visto l’ alto punto di fumo che ha, la cremosità e le proprietà nutritive. Contiene:
• acido grasso saturo a catena media che accelera e stimola il metabolismo con un’azione protettiva sul sistema circolatorio. Stimola la formazione di energia, è molto apprezzato dagli sportivi, si integra perfettamente in una dieta energetica.
• contiene acido caprilico: effetto antinfiammatorio
• ricco di acido laurico, lo stesso presente nel latte materno. E’ un’acido grasso a media catena molto importante ed è il più tollerabile dal corpo umano. Ci aiuta a combattere virus e batteri non solo influenzali ma anche intestinali!!!
L’olio di cocco migliora poi l’assimilazione di calcio, magnesio e delle vitamine liposolubili.

Come dicevo si usa nelle preparazioni dolci e salate o come olio di bellezza. In questo caso da usare principalmente a cotto. Per alternare l’olio di oliva, potete tranquillamente spadellare o infornare delle verdure. A crudo, se volete, si può spalmare sul pane, senza esagerare è molto saziante.

Io in bottega ho quello di Gusto Vivo. Ma trovate anche altre buone marche. La consistenza in questa stagione è solida. Basta poi scaldarlo a bagno maria o prendere ciò che serve con il cucchiaino.

Aceto di mele: è diventato uno dei miei condimenti preferiti! Il migliore è quello NON pastorizzato che mantiene tutte le sue proprietà nutritive. Per cui informatevi bene su questo quando lo acquistate. E’ ricchissimo di vitamine, sali minerali, Beta Carotene, potassio, magnesio e chi più ne ha ne metta!! A volte mi condisco l’insalata anche solo con questo (senza aggiunta di sale e a volte nemmeno l’olio se magari ho un piatto già bello ricco).

 

MACROBIOTICA

Credo che ogni filosofia e cultura alimentare debba essere osservata e approfondita o meglio ognuna può darci qualcosa in più e la macrobiotica ci da degli alimenti veramente utili e benefici oltre che buoni e gustosi.

La macrobiotica è un vero e proprio stile di vita, basata sulla cultura e sulla filosofia orientali in contrasto con i ritmi frenetici e il consumismo che ogni giorno ci sovrasta.
E’ un approccio alimentare molto sano che rispetta e crede nell’armonia tra corpo e mente.
Abolisce tutti i cibi lavorati e raffinati e porta a tavola ingredienti puri e benefici volti a mantenere il nostro benessere ogni giorno. Molti alimenti sono fermentati e ricchi di enzimi digestivi, batteri buoni, fermenti. Questo perchè non solo “siamo ciò che mangiamo” ma come mangiamo e come assimiliamo il cibo a livello intestinale determina il nostro stato di salute fisico e mentale.

Acidulato di Umeboshi: è un prezioso condimento giapponese che deriva dalla pressatura e fermentazione delle cosiddette prugne umeboshi, che in realtà sono albicocche.  E’ ricco di proprietà benefiche. E’ molto alcalinizzante, stimola il fegato, aiutandolo ad eliminare le tossine, favorisce la digestione, rinforza l’intestino. Si usa come un aceto!!! Per cui sostituisce aceto e sale nelle insalate. Potete usarlo per condire anche delle verdure cotte oppure dei cereali. E’ eccezionale!

Salsa Tamari / Shoyu: già più conosciute direi! Sono salse a base di soia la prima senza glutine, la seconda più delicata di sapore ma con frumento. Sostituiscono il sale e il dado in cucina. Ci si possono insaporire, legumi, verdure, ottime per il tofu e il tempeh.

Miso di Riso – Miso di Orzo:  potente alcalinizzane, il Miso è una pasta di sola soia e/o con cereali (riso o orzo) e sale fatta fermentare per più di un anno. Ha moltissime proprietà: ricchissimo di fermenti vivi ed enzimi digestivi. Utilissimo per migliorare la digestione, per smuovere i ristagni, per i gonfiori e per riequilibrare il nostro organismo. Famosissima la zuppa di miso ma la pasta può essere utilizzare per insaporire i cereali e le verdure o tutte le zuppe, senza usare il sale e il dado.

Malto di riso – Malto d’orzo:  i “ malti” sono dolcificanti naturali derivati dai cereali. Molto energizzanti, utilissimi nella stagione autunno/inverno. Ricchi di vitamine e sali minerali sono rigeneranti per l’intero organismo, con un’azione specifica sul sistema nervoso. Da usare al posto dello zucchero, del miele o del’ estratto d’agave ecc… . Hanno anche un buon apporto proteico.

Gomasio: un prodotto che mette insieme le magnifiche proprietà dei semi di sesamo e i benefici di un pizzico di sale. Aiuta a non usare esclusivamente quest’ultimo perchè all’interno del Gomasio c’è solo il 5%. E’ composto da semi di sesamo tostati e sale marino integrale. Si possono trovare anche con alghe ed erbette. Due cucchiai nell’insalata, sulle verdure, per condire primi e zuppe.

E se volete farlo in casa, ecco qui diversi consigli utili per preparalo, dal blog della mia amica  Daniela di Timo e Lenticchie.

(Foto di My Personal Trainer)

DOLCIFICANTI

Zucchero grezzo di cannaZucchero MascobadoMiele

Zucchero di cocco: speciale perchè vanta un indice glicemico particolarmente basso (25), contro 70 dello zucchero bianco e 65 dello zucchero di canna.
E’ ricco di antiossidanti, vitamine del gruppo B (stimolano le difese immunitarie), potassio, zinco e ferro. Ha un sapore caramellato per cui è perfetto nei dolci, biscotti o in sostituzione dello zucchero grezzo di canna. Cercate una filiera bio e controllata!

Estratto d’agave:  gli estratti sono tra i dolcificanti naturali più conosciuti. Hanno un basso contenuto calorico ma no è sempre facile trovarli puri e crudi. Questo significa che il colore è scuro e non chiaro come gli sciroppi presenti in commercio. Se sono chiari sono stati molto lavorati e quindi raffinati.  Un’ottima alternativa gustosissima sono anche: l’ Estratto di fior di cocco e l’ Estratto di yacon. Ricchi di vitamine, ferro e magnesio. Degli estratti se in sostituzione allo zucchero calcolate 75 gr per 100 di zucchero.

Per esempio, ecco qui il vero colore che deve avere uno

“Sciroppo d’agave” o altro, questo è il colore puro!

Cannella – Vaniglia: ottime spezie che donano gusti e sapori dolci senza alterare i livelli di zucchero nel sangue. Io le adoro entrambe. Sia nel dolci che nel latte vegetale o sulla frutta cotta. Realmente non sono mai stata un’amante della cannella ma in questi mesi, durante i quali ho eliminato ogni forma di dolcificante….ho imparato ad apprezzarlo, ho affinato il palato e ora lo adoro! Provate del latte di mandorla alla cannella…buonissimo!!!!

Poi vi parlerò anche di altre alternative quando tratteremo i SUPER FOODS :D

SALE, SPEZIE ED ERBETTE

Sale marino integrale: abbiamo delle meravigliose Saline in Italia. Un esempio sono le saline di Trapani, nell’ Oasi WWF, oppure in sale delle saline di Cervia! Perchè acquistare un sale qualsiasi quando abbiamo queste meraviglie?

Sale Rosa: molto più delicato, se si inizia ad usare questo ci si abitua ad un sapore più leggero e meno invadente. E’ inoltre un sale ricco di sali minerali e ferro.

Sale aromatizzato (di ogni genere).

Erbette fresche (non devono mai mancare in cucina): origano, timo, rosmarino, erba cipollina, menta, prezzemolo, basilico. Arricchiscono i nostri piatti, le nostre impanature, possiamo fare degli infusi. Queste sono facili poi da tenere fresche in casa, oppure acquistatele essiccate e vi fate dei bei barattolini.

Spezie – vedi post dedicato!!