Buona domenica!
In pieno pomeriggio oggi, giusta giusta per stuzzicarvi la fame e le idee per la cena.
La domenica è la giornata dei pranzi e delle cene in famiglia o con gli amici, ed è anche il giorno in cui si è più attivi a livello sportivo e la sera si ha una grande fame! Spesso e volentieri la domenica a cena si condivide una bella pizza.

Quelle volte che ci organizziamo per andare a mangiare fuori, optiamo spesso per una pizzeria certificata gluten-free dove possono prepararmi la pizza con attenzione in uno spazio dedicato ma, il più delle volte, la mangiamo a casa e me la preparo da sola. 
Preferisco di più prepararmela da sola, e nonostante ci siano pizzerie davvero molto brave chissà perchè la mia la adoro molto di più :-) sarà che so perfettamente cosa ci metto e come la preparo oppure è per semplice soddisfazione!

Ho imparato a farmi tante cose in casa e man man ho trovato il rapporto giusto tra i vari ingredienti, a seconda della farina che utilizzo. All’ inizio non è stato facile cucinare con farine diverse, quelle senza glutine inoltre sono ancora più difficili e ognuna necessita di quantitativi diversi degli ingredienti liquidi, bisogna farci pratica, sbagliare e capire dove migliorare. Inizialmente ogni volta mi veniva in maniera diversa, ora invece ho trovato l’ equilibrio giusto.
 
Anche per le farine con glutine è così, è “facile” preparare qualcosa con la farina “00”, è la più usata in cucina ma realmente è quella che contiene meno principi nutritivi di tutte! 
Per rendere anche la pizza un piatto “più salutare” e più ricco è possibile optare per la farina integrale, la farina al kamut o anche quella di farro. Sono più leggere e hanno decisamente più vitamine, sali minerali e fibre. Ce ne sono moltissime e ottenute con lavorazioni più naturali. 
Lo stesso vale per il consumo di pasta, alternare un pò la tipologia di farina aiuta molto, il corpo percepisce il cambiamento
Non mi capita tutte le settimane di mangiare la pizza, anzi… decisamente non è il pasto giusto soprattutto se ci si sta preparando ad una gara o ad un allenamento intenso ma  diciamocelo, la pizza è sempre la pizza, chi non può resisterle? 
E allora è bello anche premiarsi se si è stati super bravi durante la settimana o dopo un bel weekend sportivo intenso, con questa ricetta stasera possiamo dire che il nome del blog cambia momentaneamente: da MangiaComeCorri a MangiaQuantoCorri!!! :-)
Pizza di riso e grano saraceno con radicchio trevigiano.
Mi capita spesso di percepire molta diffidenza verso il “senza glutine” che sia per la pizza o per altro, dolci, biscotti. E’ vero, cambiano i sapori ma realmente il problema sta solo nelle nostre abitudini.

Questa pizza l’ ho preparata la scorsa domenica per andare a mangiare di miei genitori. Mia mamma aveva preparato tutte le altre e mentre ci gustavamo i nostri piatti mio padre attendeva con piacere di ricevere un pò della mia!
E’ fatta con farina di riso e di grano saraceno con un buon apporto nutrizionale e tanto buon ferro! E’ possibile utilizzare anche la farina di mais per la pizza, risulta morbida e croccante al punto giusto.

Per cui se vi capita di poterne assaggiare una fettina, approfittatene e fatemi sapere! ; – )
Cosa vi serve:
(per 1 pizza)
160 gr di farina di riso 
60 gr di farina di grano saraceno
(in alternativa – 200 gr di farina mix per pizze NutriFree)
150 ml di acqua
8 gr di lievito istantaneo o 1/2 lievito naturale
2 pizzichi di sale
1 cucchiaio di olio
pomodoro
origano
verdure di stagione
Come si prepara:
Iniziate con la preparazione delle verdure per la vostra pizza vegetariana. Utilizzate le verdure che preferite, io in questo caso avevo del radicchio trevigiano, sennò potete usare gli spinaci, le zucchine, i pomodorini a seconda della stagione… .
Scaldate un pò il pomodoro aggiungendo sale e origano per renderlo molto saporito.
Accendete il forno al massimo, deve essere bello caldo quando metterete la pizza. Iniziate a preparare l’ impasto, pesate tutti gli ingredienti solidi e metteteli insieme in una terrina e mescolate. Unite insieme l’ olio e l’acqua e versate piano piano il tutto nella terrina iniziando a girare con un bel cucchiaio.
Questi sono gli ingredienti di partenza, man mano che impastate prima con il cucchio e poi con le mani aggiungete un pochino di farina finchè non riuscite a lavorare bene il panetto. La farina di riso tende ad essere un pò collosa all’ inizio ma con un’attenta aggiunta di farina riuscirete ad ottenere la consistenza giusta. (non deve risultare troppo secca ma rimanere morbida).
Mettete da parte l’ impasto, se avete utilizzato il lievito naturale dovete aspettare come minimo 2/3 ore, se invece è il lievito istantaneo aspettate 15/30 minuti.
Prendete una teglia rotonda o una teglia rettangolare da forno a seconda della forma che volete dare. Preparate il fondo con un goccio di olio e stendete bene su tutta la superficie.
Passato il tempo, prendete il panetto e iniziate a stenderlo. Se preferite un impasto più morbido non distendete troppo la pizza, se invece vi piace più sottile e croccante allungatela bene.
Mettete il pomodoro e infornate per 30 minuti a 180/200 ° non ventilato. Dieci minuti prima della fine del tempo di cottura se ne avete mettete anche del formaggio vegetale, tofu oppure molto meglio in formaggio di riso che è perfetto che i piatti caldi si fonde bene.
Appena è pronta la pizza mettete le verdure scelte e gustate!
 
Buon appetito!