La libertà è una condizione dell’Anima. (Cit. )

Questa frase l’ ho letta recentemente in un post di Caterina Ultra Runner (detta “La Ruspy”). Ho corso con lei l’ultima edizione del Trail Degli Eroi, lo scorso ottobre. Caterina, che stimo molto, è arrivata 3° recentemente ad una gara di ben 125 km. Allenamento, passione, costanza… le auguro davvero tanti km!!!!

E’ una frase che mi rimbomba in testa da quando l’ ho letta ed è uno stato d’animo sul quale da sempre lavoro molto. La libertà è un modo di sentirsi, è un modo di porsi è una forma di rispetto verso chi ci sta vicino. Ma non è quel tipo di libertà alla quale si pensa sempre: il non aver nulla da fare, il non aver nessuno al quale dar conto nella vita, il non aver responsabilità! E’ tutt’altro!

Libertà dell’anima significa: lasciar andare… ma non solo esperienze passate o la paura del futuro ma…lasciar andare anche alcuni fattori del presente…e lasciar vivere ed essere felice chi condivide questo percorso con noi anche…

Rendersi più leggeri, liberi, meno condizionati, meno giudizievoli…

Rendersi liberi di correre, liberi dai pensieri, liberi dal senso di responsabilità e dai clichè culturali e sociali….

Rendersi liberi di correre 30 minuti o andare in palestra un’ora…liberi di camminare, respirare, fare una passeggiata in solitaria, stare 20 minuti in silenzio ad ascoltare il nulla per ricaricarsi…liberi di fare e essere quello che volete!!!

Tutto questo senza l’ansia di sentirsi giudicati, senza l’ansia di mancare di attenzioni a qualcuno o a qualcosa… non si può e non si deve essere sempre sul pezzo….e non è vero che lavorariamo 12 ore al giorno o abbiamo una famiglia numerosa non possiamo sentirci così!

Questo perchè il più delle volte…quella libertà ci serve…è fondamentale per noi…quel modo di sentirsi, per vivere davvero, per ricaricarsi, per tornare a casa con il sorriso…per vedere le cose nella maniera più giusta e per permetterci di fare cose che vogliamo davvero fare e che ci fanno stare davvero bene.

Liberare l’anima da sentimenti negativi poi…lasciarli andare, soprattutto se non siamo in grado di controllarli è una forma di crescita…a volte non ci rendiamo conto che se non ci facciamo caso  stiamo davvero bene….

Un trip mentale di fine maggio…. che però rappresenta molto il percorso emozionale che ho fatto e sto continuando a fare in questi mesi… Mi rendo conto che spesso ancora non riesco a liberarmi del tutto…a volte non riesco a lasciarmi andare anche se invece altri giorni è la cosa più semplice del mondo….

Molte cose dipendono da questa capacità: il nostro benessere, la nostra salute, le nostre attività sportive, le nostre relazioni, il tempo per noi, la nostra famiglia….

Credo che una delle grandi qualità di un Ultra Runner sia proprio questa… liberare le proprie gambe, mettere comoda la mente, concentrarsi e vivere un viaggio tra momenti di sofferenza e recupero..ma con la voglia sempre di andare, andare, andare…. un mantra meraviglioso!

Tante riflessioni buttate su questa pagina bianca… ognuno può trovare la sua :-)

Spaghetti di Verdure con Pesto ai Pistacchi di Bronte

Un piatto che scombina ogni piano!

Una spaghettata un pò fuori dagli schemi e che ci libera da ogni condizionamento! Gli spaghetti di verdure sono molto conosciuti ormai, soprattutto nell’alimentazione crudista o vegana. E’ un piatto decisamente fresco, colorato, ricco di bontà e benessere.

Ottimo da preparare in giornate calde come queste, ottimo piatto per sentirsi appagati ma leggeri. Se vi siete appena allenati magari arricchitelo anche con una porzione di riso basmati integrale o della quinoa, messa a parte e non insieme è meglio :-)

Si possono condire con questo speciale pesto oppure con una golosissima crema di avocado, sale e limone con aggiunta di pomodorini. ( Gli avocado realmente stanno uscendo di stagione per cui se avete una scorta in frigo ok ma non andate a comprarli se sono dall’altra parte del mondo..evitiamo!).

Il pesto che vi propongo l’ ho imparato al Corso di Raw Food e Cibi Fermentati che ha tenuto Emanuela Caorsi “La Rapa Cruda” in Bottega dieci giorni fa.

Potete utilizzarlo per questo piatto, per delle lasagne cotte o crude o per un bel piatto di pasta integrale o con dei cereali in chicco! E’ buonissimo!!!!!

Il basilico mi ricorda la Sicilia, il mare, l’Estate, il giardino di Nonna (che è mancata quest’anno!) e il pesto mi ricorda mia Zia Pina…perchè come lo fa lei non lo fa nessuno!

Cosa vi serve:

(per  2 persone)

Spaghetti

6 zucchine

2 cetrioli

1 carota grande

limone

sale rosa

Pesto

1 mazzetto e mezzo di basilico

(un basilico di qualità fa la differenza)

50 gr di pistacchi biologici

(possibilmente siciliani!!! Quelli di Bronte sono i migliori)

1/2 cucchiaino di sale

2 cucchiaini di succo di limone

3 cucchiai di olio evo biologico

Come si prepara:

per fare gli spaghetti di verdure serve uno spiralizzatore . Lavate le verdure e temperate!

Aggiungete poi sale e limone, mescolate con le mani e lasciate macerare.

Per fare il pesto: mettete tutti gli ingredienti lavati in un piccolo mixer oppure usate un mixer ad infusione. Frullate e poi aggiungete l’olio e se serve un altro goccio di limone. Rendete il pesto bello cremoso e condite i vostri super spaghetti!!!

Guarnite con extra pistacchi e buon appetito :-)

Gli ingredienti li trovate tutti in Bottega ;-)