Eccomi qui!

Il mio periodo detox continua, ho ancora tutto febbraio e poi valutiamo come sto. Sono partita a gennaio con il volermi preparare per delle belle gare qui in primavera ma…la salute ha preso il primo posto. I miei obiettivi li ho dovuti posticipare di un pochino e non appena tornerò a regime normale capirò il da farsi :-)

Cercare di sostenere determinati ritmi quando non si può o mettersi troppi obiettivi in diversi ambiti non è facile. La Bottega mi assorbe molto ed è giusto così e le mie attuali energie non sono sufficienti per scalare una montagna o per prepararmi ad una 50/60 km. Per cui va bene così, una cosa alla volta :-)  Mi godo il processo di cambiamento ma di certo questo non non mi ferma !!! Ci sono tanti modi per allenarsi :P (palestra, yoga) e la corsa la sto vivendo con più calma, con un ritmo più tranquillo e ascoltando molto il mio corpo. 

Non appena riprenderò tutte le energie, anche la corsa potrà riprendere i suoi soliti ritmi e magari con più consapevolezza di prima ! :-)

Oggi voglio parlarvi del Tempeh! Realmente l’abbiamo già visto nel blog in alcune ricette ma oggi le mettiamo tutte insieme per capire bene in che modo lo possiamo cucinare.

A me piace molto, lo sapete, lo trovo molto gustoso ed è un prodotto utile per il nostro benessere. E’ un alimento tipico dell’Indonesia, originario della meravigliosa isola di Java e da secoli rappresenta per quelle popolazioni una fonte essenziale di proteine vegetali. E’ un panetto creato dalla fermentazione della soia.

Il tempeh a differenza di altri alimenti a base di soia ha un elevato valore nutritivo e questo grazie proprio alla fermentazione. E’ ricchissimo di fibre, importanti per il sistema digerente, calcio, magnesio, fosforo, vitamine b. E’ molo utile per chi ha problemi di fermentazione, produzione di gas e difficoltà a digerire i legumi in quanto è leggero e ricco di enzimi digestivi. 

Per chi ha un’alimentazione principalmente a base vegetale poi, consumarlo una volta a settimana è un’ottima abitudine!

Cosa molto importante però: LA QUALITA’! Evitate quelli da supermercato davvero..non sanno da niente e dobbiamo essere certi della qualità e della filiera della soia e della lavorazione. Negozi bio, botteghe ben fornite. Prediligete la qualità sennò rischiate di incappare in un prodotti dal brutto sapore o senza sapore e magari vi rovinate la vostra “prima volta” :-)

Tempeh – preparazioni e condimenti

16651420_10212188883465249_443101674_o

A casa noi lo prepariamo e lo utilizziamo in diversi modi. Sempre ricette facili perchè la SEMPLICITA‘ è la mia parola d’ordine.

  1. Tempeh spadellato con verdure di stagione (Ecco la ricetta ) Un classico, lo facciamo anche con il tofu. L’unica accortezza è passare un pò il tempeh in una padella a parte, senza olio in modo da dorarlo su entrambi i lati. Poi lo aggiungete alle vostre verdure preferite. Speziate a piacere.
  2. Tempeh marinato alla griglia (Ecco la ricetta)  con aglio, olio, limone e tanto origano.
  3. Tempeh al forno: potete tagliarlo a fettine e passarlo in forno 10 minuti a 180°; più sottile è la fetta di tempeh più viene croccante. (Potete fare le chips ;-) )
  4. Tempeh nei primi piatti: potete tagliarlo a cubetti piccoli, grattugiarlo oppure sbriciolarlo con le mani. Può essere aggiungo a sughi e verdure per condire la pasta, il riso oppure i cereali.
  5. Tempeh per fare le polpette: utile, sempre sbriciolato con le mani all’interno di polpette vegetali.

Condimenti e marinature:

  1. Con salsa Tamari: mettete le fettine di tempeh in una ciotolina con 3 cucchiai di salsa Tamari. Aggiungete 2 cucchiai di acqua e mescolate. Tenetelo lì per  minimo 15 minuti (meglio se 30) prima di passarlo in padella. Più sta meglio è! In padella poi potete preparare un soffritto di porro e olio evo e aggiungete il tempeh con tutto il sugo Tamari. Potete aggiungere della granella di frutta secca e semi. Buonissimo!!!!!
  2. Con limone, olio, aglio e origano: più delicato. Marinatelo sempre min 15 minuti, poi passatelo in padella o alla griglia e non appena pronto aggiungete sopra tutta la marinatura.
  3. Con olio, limone e zenzero: olio, succo di limone, estratto di zenzero (1 cucchiaio) o zenzero grattugiato/in polvere, aglio, 3 cucchiai di salsa di soia.
  4. Con salsa Tahin: ogni buona spadellata di verdure e tempeh può essere accompagnata sopra da un pò di deliziosa e insostituibile Salsa Tahin (se fatta in casa ancora meglio – ecco la ricetta )

Lo so, non sempre abbiamo tempo :-) ma una spadellata al volo non ha mai tolto il pomeriggio a nessuno. 1 – 2 cucchiai di salsa di soia (Tamari o Soyu) stanno sempre bene sia al tempeh che al tofu oppure una bella spruzzata di limone e origano. Non consiglio di salate il tempeh è già bello saporito di suo :-)

Buon appetitooooo!!!

16667771_10212188888745381_1103019911_o