Eh già, non ho l’aria condizionata a casa e per quanto possa essere tenuta chiusa durante il giorno, non si respira bene e di notte non si riposa tranquillamente! Mi sto sciogliendo piano piano :)

Questa settimana sto facendo particolare fatica ad allenarmi, sarà che sono state settimane intense e ne approfitto per recuperare un pò ma, non è questo, è proprio il caldo, prosciuga parecchie energie!!!

Per cui teniamoci idratati, acqua e frutta a go go!

Ho una gran voglia di vacanza, di montagna e di mare!!!

L’anno scorso in campeggio sull’Isola d’Elba era uno spettacolo. Eravamo in un campeggio totalmente immerso nel verde con la nostra tenda era sotto l’ombra di due alberi, la mattina c’era un fresco e un silenzio…aprivo la zip della tenda, scarpe ai piedi e via!

In vacanza si riposa? Sì certo…ma in vacanza si fanno anche tante cose che normalmente non riusciamo a goderci fino in fondo e correre la mattina presto, fare la doccia e poi colazione senza alcuna fretta è la cosa più super del mondo e fa stare di un bene… ;)

Come collego questo discorso al dolce di oggi? ahahaha :) Forse in nessun modo! Sta di fatto che la scorsa settimana avevo il frigo pieno di pesche e stavo aspettando una giornata più fresca per poter infornare un dolcetto che volevo fare da giorni, perfetto per delle colazioni più dolci ma allo stesso tempo energiche perchè ho voluto usare la farina e il latte di miglio!

Torta di miglio allo jogurt con pesche e lamponi.

DSC_0176

Caldo o freddo, la mattina una fettina di torta ogni tanto non ce la toglie nessuno! Anzi forse è il momento perfetto per il tocco dolce della giornata. Ho preparato una torta di stagione con le nostre adorate pesche e i lamponi...gustosi frutti rossi!!!

Abbiamo messo una piantina di lamponi quest’anno in giardino. A fine giugno mi ha regalato diverse colazioni e l’anno prossimo sicuramente ne farà molti di più :) Questo li ho acquistati al mercato locale, da un produttore di Treviso che vendeva anche le marmellate senza zuccheto fatte da loro…che bontà!

I lamponi sono molto utili in questa stagione perchè contengono un acido, presente anche nella melagrana che aiuta le cellule a proteggersi dai raggi solari, inoltre sono piccoli frutti depurativi e alcalinizzanti, ottimi a colazione da mettere sullo yogurt o da mangiare a parte con una macedonia :)

I dolci fatti in casa mi piacciono molto perchè ci si può mettere quello che più ci piace! Si può scegliere la farina e il latte vegetale del gusto che preferiamo o che sta meglio con gli ingredienti scelti e con poco si realizza una torta sana, leggera, morbida e adatta a diverse intolleranze.

E’ un’occasione per non usare burro, latte, uova, zuccheri raffinati, ottenendo risultati deliziosi! Come dico sempre provare per credere e la soddisfazione finale poi è doppia.

Cosa vi serve:

150 gr di farina di riso

60 gr di farina di miglio

130 gr di zucchero di canna

2 cucchiai di fecola di patate o amido di mais

1/2 bicchiere di olio

1 bustina di cremor tartaro

2 cucchiai di yogurt di soia al naturale o alle pesche (circa 125 gr)

1 bicchiere di latte di miglio

2 noci pesche piccole

lamponi q.b.

 

DSC_0192Come si prepara:

preparatevi tutti gli ingredienti in maniera ordinata in modo da poter procedere sicuri :) (io ci provo ma tanto poi il caos in cucina risulta uguale :D !!!!)

Pesate e versate le farine in una ciotola capiente, aggiungete la fecola di patate o l’amido di mais, lo zucchero di canna, il cremor tartaro e mescolate.

Unite insieme gli ingredienti liquidi e aggiungeteli piano piano al dolce iniziando anche a mescolare e mixare l’impasto con l’ impastatore per dolci. Regolatevi con il latte di miglio se ne serve ancora, l’impasto però non deve risultare troppo denso ma lavoratelo bene perchè la farina di miglio è più corposa.

Se non siete abituati ad usarla nei dolci e al suo sapore potete anche optare per una prima versione con più farina di riso rispetto a quella di miglio.

Lavate e tagliate la prima pesca a quadretti mentre la seconda a mezze lune. La prima pesca aggiungetela all’impasto insieme ad una manciata di lamponi e mescolate.

Oliate leggermente una teglia, aggiungete l’impasto e decorate il dolce con le fettine di pesca e i lamponi. Dimenticavo se non vi piacciono i lamponi, i mirtilli sono altrettanto perfetti :)

Infornate per 40 minti a 180°.

DSC_0190


Con questo dolce partecipo a due contest:

Un mondo di benEssere di La Cuocherellona

Icona contest.jpg

La raccolta dell’Orto del bimbo intollerante – luglio

raccolta