L’aria frizzante ma piacevole del primo mattina di montagna, il sole che pian piano accarezza paesaggi che ti lasciano senza fiato, il lento incedere dei propri passi che lascia il tempo di scrutare ogni dettaglio di ciò che abbiamo attorno, la natura nelle sue più splendide vesti che si mostra in un mix di colori, sfumature e forme, il suono del silenzio che accompagna alcuni luoghi, il gusto nel riscoprire il piacere delle piccole cose come un pasto caldo dopo una lunga giornata con lo zaino in spalla… Di tanto in tanto, lungo il percorso, una sentinella fa capolino tra le nubi: è il Monte Bianco che ci regala, nella sua semplicità, uno spettacolo spontaneo e puro. La Natura non ha davvero eguali… (Martina Vanzo  – Tour Del Monte Bianco 2015 )

Non siamo soliti programmare le ferie così in anticipo. Le mie estati sono sempre state in Sicilia o a spasso con gli amici….negli ultimi 6 anni invece ci siamo sempre mossi in tenda, tra mare e montagna, decidendo all’ultimo la nostra destinazione, appoggiandoci a campeggi molto semplici, possibilmente in mezzo a tanti alberi :-)

La tenda per noi significa liberarci di tante cose, di tante comodità in più, di tanta materialità…significa portarsi dietro il minimo indispensabile (ma il necessario), significa mangiare in maniera semplice e significa stare in giro tutto il giorno, godersi il fresco risveglio di ogni mattino e la calma e il silenzio serale che solo che vive davvero il campeggio e la montagna, rispetta e conosce.

Quest’anno eravamo incerti sul da farsi, non sapevamo se andare via o meno…gli impegni economici di questi ultimi due anni sono stati molti e siamo sempre alla ricerca di maggior stabilità MA…proprio per questo, proprio per l’impegno quotidiano che ognuno di noi mette nel proprio lavoro, nello sport, nella famiglia e nei problemi in generale che….abbiamo deciso di meritarci di esaudire un sogno!

Quest’anno sempre in tenda ma…ogni sera in un posto diverso…vogliamo viaggiare con i nostri zaini e la nostra piccola e coraggiosa Nanà e vivere la Natura ad ogni ora del giorno. Noi,  i nostri piedi…. il cielo sopra la testa!

Di cammini e percorsi in Italia ce ne sono tanti, viviamo in un paese davvero bello. Se cercate sul web potete trovare davvero tanti consigli su I Cammini d’Italia, Gli Itinerari a Piedi, Il Cammino Lento ecc ecc…. tour da fare da soli, in coppia, in compagnia o in gruppo con tour organizzati ed Associazioni. A seconda del tipo di esperienza che uno cerca si passa da percorsi su piano a percorsi con molto dislivello.

Poi all’estero ce ne sono tanti altri, in Bretagna, in Spagna….Voi che cammini avete fatto? Avete mai viaggiato in maniera itinerante?

La mia amica Martina ha fatto diversi viaggi ed è stata lei a consigliarmi vivamente il Tour Del Monte Bianco, volevamo stare in montagna, portarci Nanà ed è essere autonomi. Avendo il cane con noi non è sempre semplice e non tutti i rifugi o le strutture li accettano ma, in tenda, risulta tutto più facile.

170 km

3 nazioni

10.000 mt di dislivello

Insomma un Ultra Trail! Già :-) è il percorso di uno dei più famosi e prestigiosi Ultra Trail al mondo. Questo tipo di vacanza può essere anche organizzata correndo, se volete impostarvi un allenamento come si deve di più giorni. Si possono accorpare le varie tappe in 5/6 giorni, portarsi il minimo indispensabile ed appoggiarsi a campeggi o rifugi.

Noi abbiamo deciso di camminare. Abbiamo 10 giorni e vogliamo viverci tutto il percorso con tranquillità, faticando  certo ma godendoci ogni scorcio, ogni vallata, ogni lago, ogni paesino e affrontando ogni condizione meteo.

10 tappe intorno ad uno dei percorsi più belli d’Europa

Il tour può essere diviso in quante tappe si vuole, a seconda di quanto si vuole camminare, dei giorni a disposizione, del livello di allenamento, delle varianti o delle gite che si vogliono fare.

Ci sono vari siti utili nei quali potete trovare le informazioni necessario per iniziare ad organizzare il vostro tour o anche una vacanza e delle escursioni nei tre paesi.

Il primo è sicuramente  http://www.tourmontebianco.it/ qui potete leggere le tappe consigliate, avere i punti di riferimento per orientarvi, leggere i primi consigli per il materiale, per libri e mappe.

Un’altro sito fondamentale è poi http://www.montourdumontblanc.com/fr/index.aspx  qui potete proprio crearvi il tour. Su mappa impostare le tappe, vedere tutte le strutture ricettive lungo il percorso, dai Rifugi, ai bivacchi, ai campeggi e alle zone di bivacco libero e soprattutto prenotare la vostra notte e vedere le varie disponibilità.

Poi nel web trovate molti blog…soprattutto stranieri (inglesi o francesi) utili per leggere le storie di altre persone, i problemi che hanno avuto e i consigli di chi ha affrontato il tour.

Questo percorso infatti è bazzicato da molte persone soprattutto straniere…gli Italiani si trovano principalmente lungo i singoli tratti di sentiero o nei rifugi più accessibili.. insomma le classiche escursioni di una giornata.  Lungo tutto il tour gli incontri sono più internazionali, ci siamo anche noi è…ma siamo ancora in pochi con lo zaino in spalla.

Il tour non sarà solo paesaggio ma sarà soprattutto occasioni di incontri speciali e di storie speciali!

Saremo io, Ale, Nanà, il nostro Amico Fabrizio e il suo cane Juke!

Un viaggio da fare con un amico/a speciale, con il proprio compagno/a o con il fratello, con il proprio papà…insomma con persone speciali con le quali sai di poter vivere al 100% un’esperienza così….e perchè no…diverse persone fanno questo tour da sole! Come per il Cammino di Santiago…

La partenza sarà da Courmayeur e gireremo in senso antiorario (potete farlo anche in senso orario a vostra scelta) e si gira tutto intorno.

La scelta di viaggiare in tenda e di non dormire nei rifugi è stata dipesa da tante cose, è un modo per fare un viaggio low cost (i rifugi ovviamente costano molto di più), per poterci portare il cane, per non avere appuntamenti fissi lungo il percorso soprattutto se magari vogliamo fermarci prima o dopo o se ci sono imprevisti e perchè a noi la tenta semplicemente piace….e l’ idea di campeggiare in alta montagna è una delle cose che amiamo di più…

In ogni caso comunque sia i campeggi che i posti tenda all’esterno di alcuni rifugi che danno disponibilità li abbiamo prenotati. Per organizzare un tour come questo bisogna prendersi un pò in anticipo (almeno 6 mesi prima) per informarsi, leggere racconti, prenotare le strutture, acquistare e cercare il materiale che manca o il materiale da cambiare e migliorare….non si deve dare nulla per scontato! Bisogna essere allenati a camminare in montagna tutti i giorni ed essere disposti di proseguire il tragitto anche sotto la pioggia incessante…

Ma dei preparativi e dei dettagli ve ne parlerò nel prossimo articolo :-)