Un anno fa corsi questa gara per la prima volta, feci il percorso da 30 km e mentre attraversavo quei sentieri avevo già deciso che l’anno successivo avrei fatto la 46. In un anno di cose ne sono successe….decisamente tante!

Quest’anno l’ obiettivo era superare i 40 e confermarli…tra alti e bassi negli allenamenti e diversi impegni lavorativi…sono riuscita comunque a tenere un pò di continuità e a raggiungere l’obiettivo :-)

Domenica scorsa, 2 ottobre, si è dunque tenuta la sesta edizione di quest’appuntamento sul Massiccio del Grappa (TV). C’è sempre un’atmosfera  unica al TDE, sarà per la storia e l’energia di questo grande e immenso Monte, per la fatica che si fa ad arrivare fino all’Ossario, per la partenza presto la mattina, per le amicizie e le collaborazioni, per lo staff sempre presente e attento… è sempre un appuntamento molto atteso!

Ormai sono abituata a dormire nelle palestre, meglio perchè così riesco a riposare un pò, nonostante la sveglia è sempre presto. Ore 4.00 in piedi. Ero già nervosa, molto emozionata, volevo viverla al meglio perchè amo questi paesaggi, adoro l’aria che si respira sul Massiccio del Grappa.

Colazione e via…. ci siamo ritrovati lì, sulla linea di partenza, alle ore 6.00 ad ascoltare il silenzio militare, tutti vicini, in silenzio, stringendo i miei bastoni, fedeli compagni… . A gareggiare c’erano solo 40 donne e c’era un gran livello generale e dei noti top in prima fila.

_mg_6648

(Foto di Martina Vanzo)

Sarà stata l’emozione ma, la partenza non l’ho gestita bene...ho tirato un pò troppo i primi km per non stare troppo indietro e arrivata all’ inizio della salita, ho dovuto iniziare a mangiare, mi sono tolta la canottiera (che avevo messo per paura del freddo mattutino) e ho dovuto subito fare i conti con la gestione delle energie.

Mangia, bevi, mangia…vai su, su, su, stringi i denti…dai che mi sto ricaricando…

Mi sono trovata un attimo indietro, ma man mano che tornavano le energie ho ripreso bene il passo ed è stato tutto un recupero. Più di 15 km in salita per arrivare all’ Ossario, prima in mezzo ai sentieri e poi completamente all’aria aperta ma immersi nelle nuvole basse…non si vedeva niente…

Il Massiccio del Grappa è bello tosto!

Bisognava arrivare su, non completamente sfiniti, perchè, poi, bisognava viaggiare ancora per diverse ore…

_mg_7163

(Foto di Martina Vanzo)

Ho viaggiato con Caterina, ci scambiavamo di posto per tenere il passo. Caterina è una giovane ultra trailer toscana, ci siamo conosciute domenica, in salita verso l’Ossario.  Abbiamo corso insieme come due persone che si conoscevano da anni….

Questo è il bello del trail, questo è il bello dello sport….ho sempre conosciuto tanta bella gente in mezzo ai sentieri.

Abbiamo recuperato parecchie posizioni insieme. Quando corro non guardo di certo la classifica e non sono mail nei gruppi di punta anzi… ma le proprie soddisfazioni bisogna togliersele! Ci piace anche per questo :-)  In ogni caso cerco sempre di fare il mio e scopri che viaggiando al proprio ritmo si può raggiungere davvero tutti gli obiettivi che si vogliono. Con costanza, impegno e passione certo…. Caterina quest’anno ha fatto l’ UTMB (170 km) una piccola grande guerriera. Il suo passo leggero e continuo mi ha insegnato e trasmesso molto…

Nebbia, umidità, nuvole basse, una barretta per pranzo e poi crackers di grano saraceno e l’utilissimo zenzero candito. E’ stato fantastico. Non riuscendo a vestirmi di più anche nei punti più freddi…lo zenzero mi teneva calda, mi scaldava lo stomaco.

14522821_1250285181699642_4682978462989452500_n

E’ stato un gran bel viaggio, ho attraversato zone del Grappa ancora mai viste, meravigliose dune verdi, trincee, e sentieri che hanno rappresentato tanto nella nostra storia e durante la prima guerra mondiale. I sentieri raccontano storie…in posti così non si più non sentire, non si può non percepire…

Dopo l’ultimo ristoro di acqua (la gara era in autosufficienza alimentare) conoscevo il percorso, ero pronta all’ultima discesa…lunghissima…spacca piedi…la aspettavo perchè adoro le discese, le gambe mi vanno veloci e mi fido dei miei piedi…

Le gambe li anche se dopo 46 km si sono alleggerite e sono arrivata all’arrivo zampettando felice :-) ero davvero contenta! Tanta fatica…tanta soddisfazione….

Grazie allo staff del Trail Degli Eroi, con il quale ho avuto modo di collaborare (nel mio piccolo) nella gestione del Blog del Sito. Sono persone piene di passione e attenzione per ciò che fanno e questo si riflette sempre poi sull’organizzazione di una gara. Semplicità e precisione!!!

Ricordiamoci sempre che noi siamo coloro che corrono e animano la giornata ufficiale di una gara ma il trail non è solo questo…c’è tanto dietro ogni gara, dietro ogni percorso, dietro ogni attenzione e servizio che troviamo lungo il percorso. Grazie a tutti i volontari e agli Alpini!

Al prossimo anno!!! :-)

14479774_1798045933797226_3750971592512843722_n