Sarà ma io le fragole le mangerei tutto l’anno…:-) ne vado ghiotta e a volte sono felice di stupirmi di vedere bambini fare merenda con intere coppette piene. Penso siano tra i frutti più amati dai piccoli e non solo. Altro che brioche e merendine! Fragole gustose, colorate piene di tante cose buone e dissetanti!

Sabato scorso al mercato ne ho comprate qualcuna in più perchè avevo voglia di fare un bel dolce, la domenica a pranzo sarei stata dai miei ed è bello arrivare con qualcosa. Avevo voglia inoltre di un dolce diverso, più estivo, cremoso.

Vi ricordate la foto pubblicata su Facebook?

IMG_20150523_142059[1]

Correndo ma soprattutto nelle settimane in cui riesco ad allenarmi di più tra Colli, argine e palestra il corpo chiede giustamente più carburante. L’aumentata necessità di cibo non deve però confondersi con il “ora mangio di tutto perchè tanto ho bruciato un sacco di calorie!”

No,no! E’ proprio lì che inizia  la seconda parte dell’allenamento, a tavola!

Il corpo deve abituarsi a mangiare cose buone e che fanno bene nelle giuste quantità a seconda dell’attività svolta, per reintegrare e ricevere il necessario. Quando si fa molta attività sportiva non bisogna “fare la dieta”, bisogna nutrirsi e il corpo percepisce il cibo sano! Come dicevamo in qualche post fa, già modificando la propria alimentazione aumentando il consumo di frutta e verdure il corpo percepisce il cambiamento e vi chiederà sempre di più il bis.

La voglia di dolci però è spesso in agguato, golosa come sono :-)  che fate in questi casi voi?

Non essendo amante di dolci troppo ricchi e troppo unti, che mi danno un gran senso di rallentamento, cerco di ovviare alla frutta e così è stato!

Uncheesecake di fragole e anacardi.

DSC_1027

Questa ricetta è molto utile anche perchè, mi è capitato più volte di ritrovarmi a qualche cena con amiche e non solo e di avere davanti a me una super cheesecake…che ovviamente non posso mangiare….glutine, formaggi ecc… mmmm! Ecco qui una ricetta per le mie care amiche ;-) un super dolce molto semplice da preparare e l’ ho chiamato UNCHEESECAKE! Yes!

Ma come mai gli anacardi? Saranno proprio loro a sostituire il formaggio che normalmente si utilizza! Un altro esempio di come in natura possiamo trovare tanti sostituti e alleati. Frullando gli anacardi vedrete come la loro densità ci sarà molto molto utile e li proveremo in tante altre ricette!

Cosa vi serve:

per il biscotto

350 gr di farina di riso

100 ml di olio di girasole o altro

100 ml di succo d’agave

2 cucchiai di acqua fredda

un pizzico di sale

1 bustina di vaniglia

1 cucchiaio di semi di sesamo

la scorza gratuggiata di 1 limone

per la crema

200 gr di anacardi

150 ml di sciroppo d’agave

300 gr di fragole

1 limone (il succo)

1 bustina di vaniglia

4 cucchiai di yogurt di soia bianco (a piacere si può anche omettere)

75 ml di olio di girasole o altro

DSC_1023Come si prepara:

partite mettendo in amollo in acqua gli anacardi, più stanno meglio è così si ammorbidiscono di più, consiglio almeno 4 ore ma se siete di fretta o vi dimenticate la mattina vanno bene anche 2 ore. Questo è un passaggio molto semplice, è l’unica cosa da ricordarsi in anticipo.

Partite dal biscotto ovvero dalla base del dolce. Unite tutti gli ingredienti e mescolate per bene fino ad ottenere un impasto lavorabile. Formate una pallina, chiudetelo con della pellicola da cucina e mettetela in frigo per 15/20 minuti. Dopo potete lavorare l’impasto appiattendolo sul fondo della teglia per cheesecake e informare il tutto per 8 minuti a 180°.

Non appena il grande biscotto è pronto, lasciate raffreddare un pochino e poi frullate tutto nel mixer, se avete un mixer piccolo come il mio poi aiutatevi con le mani riponendo il tutto in una ciotola e mescolate con l’aggiunta di un goccio di olio o del succo d’agave. Riappiattite l’impasto nella teglia e mettete in frigo.

Passate ora alla crema. Utilizzato un frullatore, anche ad immersione va bene. Bisogna fare due creme separate: 1) frullate gli anacardi con lo sciroppo d’agave, l’olio e la vaniglia. Vi stupirete della deliziosa cremosità! 2) frullate le fragole con il succo di limone.

Mescolate poi insieme per bene le due creme, tirate fuori la teglia dal frigo e versateci tutto il composto cremoso dentro.

Mettete il dolce in freezer per tutta la notte o almeno per 5 ore. Tirate fuori 30 minuti prima di servire, io la mattina ci avevo messo anche le fragole sopra che poi risultato dei piccoli ghiaccioli :D

Buonissssimaaa!!!!!!!

Ps: la prossima volta realizziamo anche la base cruda! ;-) Stay tuned!

DSC_1031