Quando capisci cosa significa star bene, è difficile tornare indietro o adattarsi agli schemi.

(Cit. Daniele Vecchioni )

La ricerca del benessere è un percorso di consapevolezza e, come ogni cosa, non arriva nell’immediato, anzi è un lavoro quotidiano e costante ma quando inizi a percepirne il valore e  il significato non torni più indietro.

Oggi finalmente torniamo a parlare di running!

Torniamo a parlare di corsa proprio dopo la gara del 12 aprile, per la quale avevo lavorato molto e durante la quale mi sono infortunata. Ho concluso il mio percorso ma non come volevo e potevo. Ho riposato e ricominciato e ora ci sono nuove gare in programma, nuove uscite e nuovi obiettivi. Ma come affrontarli al meglio?

Questa domenica, 31 maggio, ho partecipato a Padova, ad un workshop di intera giornata, organizzato e promosso dal Team di Correre Naturale.
Ero entusiasta all’ idea di partecipare, seguivo questo progetto già da un pò, adoro il loro sito e i loro appuntamenti, hanno inoltre uno spazio blog dedicato ad articoli molto interessanti nei quali mi ritrovo molto.

Organizzano corsi, incontri ed esperienze in diverse città italiane, Correre  Naturale è un progetto nazionale e non solo, nato dall’esperienza, dal lavoro e dalla passione di Daniele Vecchioni – master running coach e Paola Dalla Vecchia – responsabile marketin e social media con la collaborazione di Paolo Capriotti – istruttore di triathlon, preparatore sportivo e coach di MovNat.

Il progetto vuole riportare le persone a muoversi, a muoversi in maniera corretta, naturale, riducendo il rischio di infortuni, miglirando così la propria corsa, le proprie prestazioni e la propria salute. In tutta Europa Daniele Vecchioni ha collaborato con atleti e non per raggiungere performance che non avrebbero mai immaginato!

Il mio blog si chiama MangiaComeCorri, anche io sono alla ricerca del benessere ma, domenica, mi sono chiesta: Corro come mangio? Ovvero, so cosa significa NATURALE nella corsa, nel movimento? Corro correttamente? Il mio desiderio è quello di migliorare ma sento che mi manca qualcosa e che spesso non vivo la corsa come dovrei.

DSC06230

Vi racconto così la mia esperienza :-) Domenica eravamo un bel gruppetto misto, ognuno di noi con la sua storia, ognuno di noi con le sue aspettative e i suoi desideri. C’era chi corre da tempo, persone che stanno riprendendo dopo infortuni e interventi e anche chi non ha mai corso ma che vorrebbe tanto farlo, provando ad abbattere il muro della fatica.

Durante il corso ci siamo subito confrontati con alcune parole comuni, molto importanti: FATICA, DOLORE, INFORTUINI.

Realmente, uno dei principali benefici della corsa è che genera lo stato opposto dello sfiancamento, dona nuova energia e rende felici. Si fa fatica si ma in maniera positiva! “Stranamente” però, alla domanda: quanti di voi si sono, anche solo lievemente, infortunati quest’anno? L’ 80 % di noi ha alzato la mano.

Daniele e il suo super Team ci hanno riaperto gli occhi. Attraverso uno sguardo obiettivo sul mondo di oggi e un’analisi dei nostri movimenti, ci ha accompagnati a capire il perchè di tutte queste contraddizioni, riscoprendo il valore e il significato della parola NATURALE.

DSC06249

E’ una cosa sulla quale mi sono trovata spesso a riflettere. Da una parte c’è chi fa sport, è felice e motivato ma convive spesso con fastidi e infortuni, mentre dall’altro c’è chi non fa movimento e guarda i runners come degli alieni :-) Due facce della stessa medaglia!? Ebbene sì!

L’essere umano è stato creato per muoversi, abbiamo due gambe, due braccia, due piedi. Eppure la comodità oggi viene prima del movimento!

 

evoluzione-involuzione

Il grande problema che ci accomuna è che la comodità sta allontanando l’uomo dalla sua natura facendogli credere NORMALE quello che invece è ANORMALE.

Daniele ci ha mostrato invece che tutti noi possiamo correre, tutti noi dobbiamo muoverci!

Dormire non è un’attività legata al tempo libero, perchè è necessaria al nostro benessere. Non possiamo vivere senza dormire. E’ così, non possiamo vivere senza correre, senza muoverci. La consapevolezza mostra che si corre non tanto per il piacere ma per appagare la necessità di un bisogno naturale. (L. Shapiro – Lo Zen e l’arte della corsa)

Lo sapevi che l’essere umano dovrebbe muoversi dalle 8 alle 10 ore ogni giorno PER STARE BENE? Oggi invece al massimo ci muoviamo 1 ora al giorno che rappresenta solo il 4% del nostro tempo settimanale.  Il ritmo di vita ci ha portati a produrre stando fermi, a mangiare male e quando ci muoviamo facciamo fatica.

Ma lo sai realmente qual’è la posizione più comoda per la specie umana?

DSC06244

Durante il corso abbiamo scoperto che ci sono movimenti basilari e fondamentali per la nostra specie che ci siamo dimenticati, che non sappiamo più fare o che non conosciamo.

Sembriamo quasi degli umani atrofizzati, il corpo ha perso la sua vera forza, la sua vera funzione! Le sedie, i divani, le macchine, gli uffici, le scarpe…sono tutte comodità molto innaturali che ci hanno limitati e che oggi purtroppo sono considerate normali.

Ma quindi cosa significa correre natuale?

MOVIMENTO

POSTURA

BENESSERE

Domenica ci siamo visti tutti correre e camminare, all’aperto, sono stati realizzati dei filmati ad hoc su ognuno di noi e ci siamo analizzati insieme :-) Abbiamo provato a correre con le nostre scarpe da corsa e poi a piedi nudi, percependo la differenza. E’ stato molto illuminante!

DSC06276

A piedi nudi si percepisce molto di più, si ha maggior controllo, una postura migliore, un passo più leggero e naturale che rende la corsa piacevole ottimizzando il movimento!

Ma non è cosi semplice e scontato! Al giorno d’oggi le scarpe sono necessarie e non siamo abituati e ne pronti ad un maggior contatto con il suolo. Il benessere è un percorso!

Insomma allenarsi non è solo fare tanti km, il corpo a lungo andare ne risente. Durante il corso abbiamo condiviso esercizi, consigli da affiancare ai nostri allenamenti e da inserire nella quotidianità che saranno fondamentali in questo percorso per avere una forma fisica più forte e per avvicinarci al NATURAL RUNNING.

 

DSC06299

Forse un giorno riuscirò ad indossare anche una scarpa minimal che mi riporterà totalmente ad avere il contatto con la terra, ma prima di allora lavorerò per rendermi più forte, più consapevole. E’ un viaggio all’ indietro, una RI – EVOLUZIONE.

Una giornata che mi ha lasciato molto, in particolar modo la consapevolezza del fatto che la corsa non è fatica, dolore e infortuni…io quando corro sono felice  e per questo deve essere BENESSERE, FORZA e LIBERTA’.

DSC06334

Correre Naturale è aperto a tutti: specialisti, medici, atleti, neofiti. Recentemente, inoltre, Daniele Vecchioni è stato nominato “Born to Run Master Coach – Italy & Southern Europe”, nominato da Lee Saxby, punto di riferimento riconosciuto a livello mondiale nel mondo del running. Verrà attivato un percorso di formazione esclusivo per operatori del settore!

Abbiamo condiviso molto durante il corso..non vi ho svelato tutto :)  Spero però di aver solleticato la vostra curiosità e il vostro interesse :)

Cosa aspettate? Rimanete aggiornati sui prossimi appuntamenti!

Gruppo

 


u2op1OjX

CORRERE NATURALE

Web: http://www.correrenaturale.com

Facebook: https://www.facebook.com/correrenaturale?fref=ts